Academy Of di Gaetano Grillo - HOme Page
CERCA
ARCHIVIO RIVISTA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
ARCHIVIO NEWSLETTER
ACADEMY GUSTO
PROGETTO ALFABETO GRILLICO
ARENA PO - BORGO D'ARTE
Associazione CASADARTISTA
ACADEMY GUSTO / ACADEMY GUSTO

ENZO ESPOSITO Corpo a corpo con la pittura - Nuova monografia dell'opera di Enzo Esposito 
E' stata presentata alla Fondazione Mudima, di Milano (mudima.net) la nuova monografia sull'opera di Enzo Esposito, a cura di Francesco Tedeschi e per le edizioni di Giampaolo Prearo con il contributo di Stefano Orler e Willy Montini.
A presentare il libro nell'affollata sala della Fondazione Mudima, sono stati lo stesso Francesco Tedeschi, Giampaolo Prearo e Martina Corgnati. Tutti hanno posto al centro la questione storica del forte ritorno alla pittura, fenomeno che iniziò a svilupparsi alla fine degli anni settanta e che ebbe il suo massimo fulgore durante il decennio successivo. Vari furono i linguaggi e le aree che facevano riferimento ad altrettanti critici, ad iniziare dalla Transavanguardia, teorizzata da Achille Bonito Oliva, dal Magico Primario di Falvio Caroli fino ai Nuovi Nuovi teorizzata da Renato Barilli, area all'interno delle quale si configurò il lavoro di Esposito.
Oggi, a distanza di quarant'anni da quella stagione si sta rinnovando l'interesse verso quella realtà artistica italiana che in qualche modo superò allora il freddo virtuosismo a cui era giunta l'arte concettuale e sembra che fra i giovani, oggi, stia tornando l'interesse verso questa intramontabile regina, la Pittura, sempre pronta a risorgere quando si verifica una crisi nell'arte, così come in questo momento.
A ridare interesse verso gli artisti degli anni ottanta, che hanno saputo resistere alle mode e tenere sotto controllo la coerenza e il rigore del lavoro, iniziano ad esserci nuove iniziative; fra queste si inserisce la pubblicazione di questa monografia che ho il piacere di segnalare alla vostra attenzione.
Il libro, edito da Prearo, costituisce la più completa monografia sull’opera di Enzo Esposito. L’artista, nato a Benevento nel 1946, dopo una fase concettuale all’inizio degli anni Set- tanta, testimoniata dalle prime mostre tenute nella galleria Studio Oggetto di Caserta e caratterizzata da lavori che presentavano una ricerca sul rapporto fra sé e l’altro con riferi- menti medico-anatomici, ha avviato, a partire dalla seconda metà di quel decennio la sua attività pittorica più conosciuta. Attraverso interventi ambientali, in cui segni e colori si disponevano nello spazio dei luoghi espositivi (Pasquale Trisorio, Napoli; Cesare Manzo, Pescara; Diagramma/Luciano Inga Pin, Milano; Bonomo, Bari), la sua opera si afferma nell’ambito del recupero della pittura, ponendolo tra i protagonisti dell’importante mostra Pittura-ambiente, curata da Renato Barilli e Francesca Alinovi a Palazzo Reale di Milano, che fa il punto su quella tendenza. Agisce poi nel suo immaginario la memoria di Kan- dinsky, insieme a una qualificazione espressionista del colore che va a connotare la sua pit- tura sempre più avvolgente e pervasiva nel contesto delle proposte della “generazione postmoderna”. A partire dagli anni Ottanta il colore diviene sempre più protagonista delle sue opere, che abitano e travalicano la forma-quadro e si fanno notare in numerose mostre presso rinomate gallerie italiane e straniere, quali lo Studio Marconi di Milano. La posi- zione artistica di Esposito si muove sempre attorno a una ricerca di equilibrio fra tensioni interiori e necessità di struttura, indagando la relazione fra pittura e spazio.
Il volume, di 360 pagine, è introdotto da un saggio critico di Francesco Tedeschi, che ne ha curato l’impostazione e la scansione nelle diverse stagioni dell’opera dell’artista. Oltre a raccogliere, nei diversi momenti, i principali scritti di Enzo Esposito legati all’evoluzione del suo lavoro, il libro è completato da scritti di Catherine Millet e Fernando Castro Flórez. Tutti i testi sono anche tradotti in inglese.

Gaetano Grillo
ENZO ESPOSITO
Corpo a corpo con la pittura - Nuova monografia dell'opera di Enzo Esposito